Il Biolifting per il Viso è una tecnica esclusiva del Metodo Benessere, nata una decina di anni fa dopo varie ricerche e sperimentazioni sull'anatomia, fisiologia e soprattutto morfologia del volto. Questa straordinaria tecnica si differenzia da tutte le tecniche viso che si trovano in commercio perché lavora su 5 livelli diversi.

Il primo livello che si andrà a trattare sarà quello del tessuto connettivo,vero e proprio trasmettitore di tutte le alterazioni dei tessuti molli, quali rughe, pelli asfittiche e disidratate, cedimenti strutturali e sensoriali. Stimolandolo si tolgono tutte le retrazioni e i blocchi che impediscono ai tessuti molli di ossigenarsi.

Il secondo livello è invece quello del tessuto muscolare, che prende in considerazione la tonificazione e l’espressività del volto, che ha un numero elevato di piccoli muscoli  (36)che se stimolati bene riescono a donare immediatamente un effetto lifting!

Il terzo livello è invece è la parte di drenaggio dei liquidi e il riequilibrio del sistema circolatorio venoso-linfatico, che agisce sulla detossinazione e la depurazione del viso. Questa manualità diventa  fondamentale per completare l’azione ossigenante e rigenerante del massaggio.

Il quarto campo è quello sensoriale-energetico, che lavora sulle terminazioni nervose che si trovano in quantità rilevanti sulla cute del viso e sono partecipi di tutte le sensazioni extracettive come ad esempio il caldo, il freddo, l’umido ma anche il tatto,  con lo sfioramento, la carezza o il massaggio.

L’ultimo livello sul quale andremo a lavorare è il sistema cranio sacrale,utilizzando alcune manovre base di questa tecnica si riesce a ripristinare gli equilibri del sistema nervoso inducendo e provocando un rilassamento totale del corpo, determinante per un risultato di benessere psicofisico non solamente sul volto ma su tutto il corpo.

Nel completare il lavoro sul viso nello studio del Biolifting verrà insegnata la psicosomatica e la lettura dei segni del volto.

 Fausto e Patrick